MarcoMazzoni.com - Tennis, News, Profili di Campioni, Analisi Tecnica, Storia, Statistiche

"Il Tennis", il mio secondo libro

Il tennis


"Il tennis", libro edito da Lombardo Editore (dicembre 2013), in cui racconto l'evoluzione del tennis dagli 80s ad oggi, con i suoi maggiori personaggi, tecnica e curiosità. Oltre al mio, capitoli su biomeccanica, patologie e riabilitazione, preparazione atletica e tecnica, psicologia ed alimentazione di Arcelli, Longoni, Cigni, Rodano, Lisi, Buzzelli ed Elis Calegari.

Spacca Palle, l'editoriale su Livetennis.it

Spaccapalle


Il mio editoriale settimanale su quel che accade nel mondo della racchetta, su Livetennis.it

Gesti Bianchi, il nuovo Blog

Roger Federer, i gesti bianchi


Gesti Bianchi, il nuovo Blog 2012 sul tennis di Marco Mazzoni. Aggiornamenti quotidiani e tanto tennis classico

...Non solo tennis

Altri Sport, Musica, Viaggi, Passioni.

0-15 Tennis Magazine

0-15 Tennis Magazine


Zeroquindici Tennis Magazine, la Nuova Rivista italiana sul tennis. News, Approfondimenti, Interviste, Giocatori Italiani nel Mondo, Foto, con un taglio fresco ed una Grafica innovativa

Copyright © Marco Mazzoni

Tutti i diritti riservati

Ultimi Articoli




Davis in Kazakistan, alla scoperta di una nuova frontiera

Appena il tempo di archiviare la semifinale Davis di Ginevra e già a Dubai è stato sorteggiato il tabellone 2015. Andremo in Kazakistan in una trasferta non facile, affascinante per il contesto totalmente nuovo, tutto da scoprire. E' una squadra singolare, composta totalmente da russi e ucraini emigrati nell'ex paese sovietico a suon di dollari. La trasferta in Kazakistan oltre all'aspetto sportivo è molto intrigante per il fattore ambientale. Sarà l'occasione per aprire una piccola finestra su di un mondo poco conosciuto.

Continua

























Clamoroso: Wawrinka vince gli Australian Open contro un Nadal menomato

Pazzesco. Alzi la mano chi pensava che Wawrika potesse davvero vincere questa finale. Forse solo in Svizzera, credo ben pochi anche lì. Invece Stanislas Wawrinka ha battuto il n.1 del mondo Nadal in quattro set, meritandosi ampiamente questo torneo in cui ha giocato complessivamente il tennis migliore, battendo per strada un Djokovic che pareva fortissimo ed un Berdych tutt'altro che dimesso. L'impresa pareva impossibile, tanto che anche i bookmakers davano quote mai così sbilanciate per una finale Slam, con Nadal favorito a 1.20, alcuni 1.10, per invitare gli scommettitori a non puntare su di lui. Del resto i precedenti erano impietosi: 12 match vinti dall'iberico, nemmeno un set strappato dallo svizzero. Difficile aspettarsi qualcosa di diverso da questa finale, ma invece è successo letteralmente di tutto.

Continua























Edberg coach di Federer, il senso di una sfida

Dopo alcune settimane di voci, Roger Federer con un tweet ha confermato che Stefan Edberg farà parte del suo team come coach, per almeno 10 settimane all'anno nei grandi tornei. Una coppia affascinante, mai così tanta classe ed eleganza insieme nella storia del tennis tra giocatore e coach. Ma qual é il senso di questa "strana coppia"? Potrà Stefan (alla prima esperienza da allenatore dopo 15 anni fuori dal tour) realmente aiutare Roger a tornare a vincere a quasi 33 anni? Proviamo a capire il senso di questa sfida.

Continua























Calendario ATP, una proposta per rimodulare la stagione - Editoriale "Spacca palle"

Guardando il calendario tennistico da un punto di vista meramente tecnico, o da quello di chi non nutre alcun interesse economico, è facile concludere che la situazione attuale sia ingarbugliata e tutt'altro che ideale. L'annata è convulsa, a tratti affollatissima, altra intristita da momenti mediocri. Ecco una mia proposta di come potrebbe essere totalmente rimodulata la stagione del tennis, senza una stravolgimento epocale ma con importanti novità

Continua

























Coppa Davis, quale nuova formula? - Editoriale "Spacca palle"

Recentemente si intensificato il dibattito su eventuali modifiche al regolamento della più antica competizione tennistica a squadre. Nonostante l'arroccamento della ITF, secondo cui non esiste un problema Davis, i numeri descrivono una realtà ben diversa. Nessuno discute il fascino della competizione, ma sempre meno campioni prendono parte Davis, ed il primo turno del 2014 potrebbe vedere in campo solo 3 top10. Quali sono le proposte più interessanti per modificare la Coppa Davis? Non e' forse il calendario il vero problema?

Continua






















New Balls ...invecchiano - Editoriale "Spacca palle"

Con la Coppa Davis che resta a Praga, è andata in archivio la stagione tennistica 2013. Inizia il periodo dei bilanci, analisi e prospettive per il 2014. Tra i miei temi possibili, andiamo a vedere com'è stato il 2013 delle New Balls, ossia di quei giovani classe 90-92 che erano attesi quest'anno ad un salto di qualità, per sfidare i top players. Non è andata molto bene. Alcuni segnali di crescita (o di consolidamento), ma troppo poco per colmare il gap con Djokovic e soci. Vediamo il 2013 dei vari Raonic, Dimitrov, Janowicz, Tomic e altri.

Continua






















Serbia, dove Djokovic e il tennis sono più di uno sport - Editoriale "Spacca palle"

Un Djokovic inarrestabile vince anche il Master ATP di Londra, 22esimo match in fila, liquidando ancora Nadal in finale. Eccellente viatico per la Finale di Coppa Davis che lo vedrà in campo a Belgrado per portare a casa la seconda "insalatiera" della Serbia. Ecco il mio viaggio in Serbia, alla scoperta del tennis e dei luoghi del tennis, in un paese che sta cambiando velocemente anche grazie... al tennis

Continua






















20 ottobre, save the date - Editoriale "Spacca palle"

Domenica 20 ottobre 2013. Giornata tipicamente autunnale al nord e centro Italia, con piogge copiose e raffiche di vento, a far cadere le prime foglie ingiallite, e magari ottime castagne. Un giorno in cui festeggiano il compleanno tra gli altri Flavio Cipolla, Acasuso, Perez Roldan e Mansdorf. Il 20 ottobre è passato alla storia per la cattura di Belgrado da parte dell'Armata Rossa nel 1944, per l'ingresso delle donne nell'Esercito italiano nel '99 e per l'uccisione di Gheddafi, appena due anni fa. Il 20 ottobre 2013 forse resterà una data a suo modo storica anche per gli appassionati di tennis, o almeno una parte di essi, perché le finali dei 3 tornei ATP in calendario (Mosca, Vienna e Stoccolma) sono state vinte da giocatori con rovescio ad una mano: Gasquet, Haas e Dimitrov. Molti diranno “Ok, e allora?”, licenziando il tutto come banale casualità... Non lo è affatto

Continua






















“Caso Jaziri”, politica e religione umiliano lo sport - Editoriale "Spacca palle"

Al ricco Challenger di Tashkent in Uzbekistan il tunisino Jaziri (n. 169 del ranking ATP) non si presenta per il match di quarti di finale, in cui doveva sfidare Amir Weintraub, tennista israeliano. Motivo del ritiro: problema al ginocchio (tanto per cambiare...). Ma la bugia ha le gambe cortissime, il tam tam inizia subito, confermato dal fratello e manager di Jaziri: al tunisino è stato imposto di non giocare “dall'alto”, poiché la Tunisia non vuole alcun tipo di rapporto, nemmeno sportivo, con Israele, paese colpevole della condizione inaccettabile in cui versa il popolo palestinese. Una brutta situazione, in cui politica e intolleranza umiliano lo sport

Continua






















Dimitrov, le promesse non mantenute - Editoriale "Spacca palle"

Dopo una primavera molto interessante con tangibili segni di miglioramento e buoni risultati, il talento bulgaro Dimitrov ha vissuto un'estate bruttina sul piano dei risultati, aggravata da un gioco che sta pericolosamente latitando, involuto. Arriva la notizia della separazione dall'accademia di Norman e dell'ingaggio di Rasheed come coach. Un punto sulle promesse non mantenute di Dimitrov

Continua






















Quando il doping brucia l'anima - Editoriale "Spacca palle"

Un mio commento sulla sentenza che ha condannato Marin Cilic a 9 mesi di squalifica per esser risultato positivo ad un controllo antidoping lo scorso maggio. Una faccenda grave, a tratti grottesca, che rivela le troppe ombre sulla gestione dell'antidoping nel tennis professionistico

Continua






















Intervista doppia a Julian Ocleppo e Stefano Reitano

Durante la 6 Nations Tennis Cup 2013 andata in scena alle Pleiadi di Moncalieri ho osservato e conosciuto molti giovani talenti. Tra questi i due azzurriS Stefano Reitano e Julian Ocleppo, che vi presento brevemente sul piano tecnico e che ho intervistato.

Continua






















Stefano Pescosolido: "Abbiamo giovani di qualità"

La mia intervista all'ex n.42 Atp Stefano Pescosolido, Capitano alla 6 Nations Tennis Cup 2013, con cui abbiamo parlato della manifestazione di Torino e del momento del nostro tennis under 16

Continua






















Un “tetto” sopra US Open

NYC Time. Archiviati i tornei dell'estate nord americana, inclusi due Master 1000 dominati da un Nadal straripante, il grande tennis arriva a New York per l'ultimo Slam stagionale. Un Major ancor più importante poiché potrebbe decretare il miglior giocatore del 2013, visto che i “big 3” hanno vinto finora uno Slam a testa. I favori del pronostico sono tutti per il toro iberico, mai così in salute e scatenato, pronto ad abbattersi sugli avversari come un uragano. Associazione lessical-tennistica non casuale.

Continua






















L'ottovolante di Fabio Fognini

Come complicarsi l'estate? Cercare di capire (e scrivere) qualcosa di Fognini, della sua strepitosa striscia sulla terra europea post Wimbledon, seguita dalle prestazioni così così nei due 1000 americani in preparazione agli US Open. 2 tornei vinti (Stoccarda e l'Atp 500 di Amburgo) e poi la finale ad Umag, con una striscia di 15 match vinti, la più lunga dal “sogno” di Panatta 1976; fino al volo in Nord America sul cemento di Montréal e Cincinnati, con una vittoria (faticosissima) e due sconfitte. Mica facile trarre conclusioni, e forse non è nemmeno giusto...

Continua






















Riprendiamoci Wimbledon

Non se la prendano i tifosi di Nadal, giustamente abbattuti dopo la clamorosa sconfitta del “Rey del rosso” contro il discontinuo (ma talentuoso) Darcis, ma la vittoria del giocatorino belga contro il toro del circuito e fresco campione di Parigi ha un sapore dolciastro. Quasi liberatorio. A scanso di equivoci, sottolineo che sarebbe stata la stessa cosa se fosse successo ad un Djokovic o ad un Murray, anche se Nadal incarna totalmente l'opposto del tennis codificato a Wimbledon nell'anno di grazia 1877, e quindi la faccenda è ancor più “intrigante”.

Continua






















Wimbledon, dove tutto ebbe inizio

Scatta l'edizione 2013 dei "Championships", il torneo più antico del mondo sui prati di Wimbledon. Un torneo che va oltre al fatto sportivo, che è diventato mito, cultura. Dove tutto ebbe inizio

Continua






















Roland Garros, lo spettacolo della “terra”

“Parigi è ‘la città dell’amore’, ma io preferisco pensarla come ‘la città dell’ispirazione’. È il luogo che visito ogni volta che la mia creatività ha bisogno di un nuovo impulso o anche solo quando ho bisogno di ricordarmi quanto è bello il mondo in cui viviamo”

Continua






















Monte Carlo, Jet Set Tennis

Il primo Master 1000 della stagione in Europa si svolge sulla terra di Monte Carlo, in una cornice molto particolare. Un torneo dei più antichi e ricco di fascino, anche per il contesto assolutamente unico

Continua






















Il peso di “chiamarsi Dimitrov”

Il talento bulgaro Grigor Dimitrov sta crescendo, anche se ad Indian Wells e Miami ha rimediato due sconfitte contro Djokovic e Murray, dominandoli per quasi un set, prima di crollare. Un'analisi del suo gioco, in evoluzione ma ancora lontano dai top10

Continua






















Miami, città da quinto Slam

Storia del torneo di Miami, una volta considerato il "quinto Slam", figlio di una città di ricca di fascino ed eccessi, come il paese che rappresenta

Continua






















Indian Wells: 16000 posti per... 4000 abitanti

Un'oasi che ospita ricchi pensionati americani, immersa nel deserto della California. Questo è Indian Wells, uno dei Master 1000 più bizzarri ed affascinanti del circuito

Continua






















A.A.A. Mariachi con racchetta cercasi

Mentre si sta svolgendo il bel torneo Atp e Wta di Acapulco, spesso "fortunato" per i nostri azzurri, una inchiesta sulla situazione del tennis in Messico, paese praticamente scomparso dal tennis che conta.

Continua






















Il rientro di Nadal, con qualche novità

Dopo sette mesi Rafael Nadal è tornato sul circuito Atp a Vina del Mar. Un rientro molto atteso, che ho seguito con attenzione per cogliere le prime sensazioni e novità

Continua






















Russia dove sei?

La stagione 2013 si apre a Doha, con una sfida tra i due migliori tennisti russi in classifica, gli ultra trentenni Davydenko e Youzhny. Il declino tennistico di un grande paese

Continua






















Radek Stepanek, il "Brutto" che piace

Radek Stepanek ha vinto il quinto e decisivo match nella finale di Coppa Davis 2012, portando la sua nazione al successo dopo 32 anni. Un'impresa sportiva, un gran tennis in campo

Continua






















Sara Sorribes, talento e sorrisi

Alla scoperta della talentuosa spagnola Sara Sorribes Tormo, “stella” della 6 Nations Tennis Cup. Un profilo e intervista della giovane 15enne iberica, già al n.507 Wta

Continua























C'era una volta il serve & volley

Roger Federer è appena tornato ad alzare la coppa di Wimbledon, e gli amanti del tennis "classico" hanno tirato un sospiro di sollievo. Ma nemmeno King Roger, pur incantando con la sua classe ed il suo tennis a tutto campo, ha giocato un tennis d'attaco puro, classico. Chi erano i veri giocatori serve & volley? Ecco un mio ricordo tecnico - tattico di una razza ormai estinta

Continua























W la Terra Blu (e la scarsa cultura dei top players attuali)

Il torneo di Madrid ha sovvertito lo "status quo" del tennis attuale, riportando (seppur con problemi) un tennis antico, veloce, fatto di attacchi e possibilità di variare il gioco. Non solo potenza ma anche fantasia. Ecco perché la terra blu, tanto odiata dai top players attuali, ha dimostrato che velocizzare il tennis sarebbe la strada maestra verso lo spettacolo

Continua




Ma quanto mi costi???

Con l'ondata tremenda di gelo che ha colpito l'Itali nelle ultime settimane, torna ancor più sulla bocca di tutti il problema dei costi dell'energia e del gas. Un aspetto sempre più delicato nella gestione anche dei circoli sportivi. Riporto una inchiesta che ho condotto per 0-15 Tennis Magazine qualche tempo fa sulla rilevanza della questione e su come viene affrontata dai tennis club

Continua















Tennis vs Calcio a 5: inversione di tendenza

Da qualche tempo il nostro "amato" tennis sta riguadagnando punti sul calcio a 5, che negli anni '90 aveva soppiantato in molti club lo sport della racchetta, perché molto di moda e assai redditizio. Le cose da qualche stagione sono cambiate, e oggi il tennis è in netta ripresa. Ecco qua un mio riportage pubblicato qualche numero fa su 0-15 Tennis Magazine

Continua





Passeggiando per Umag, tra tennis e vacanza

Roland Garros e Wimbledon non hanno saziato la vostra voglia di tennis? Muoversi per tornei è spesso difficile e costoso? Guardando bene il calendario Atp, da 21 anni a fine luglio c'è un'ottima opportunità per coltivare la propria passione per il nostro amato sport e unire anche una bella (ed economica) vacanza al mare. Direzione Croazia, a soli 40 km da Trieste, dritti verso Umag. O Umago, visto che fino a poco più di mezzo secolo fa l'Istria era in tutto e per tutto parte del nostro Belpaese. Il vostro cronista non era mai stato a questo piccolo grande torneo. Per uno che conosce bene Acapulco per motivi familiari e ha sempre apprezzato l'imprenditorialità sportiva messicana, vincente nell'unire tennis & turismo d'elite, ho sempre guardato con molta curiosità a quest'evento, pensando prima o poi di andarci.

Continua



Correre al Roland Garros

Le emozioni che ti lascia dentro un torneo del grande Slam sono uniche, irripetibili. Tanto che ogni volta l'ultimo vissuto pare il più bello di sempre, il più magico. Arrivano a dirlo anche coloro che di Slam ne hanno vissuti un numero a tre cifre, parlottando confidenzialmente davanti a un buon (? magari...) caffè preso al bar del centre court. Pardon, del Philippe Chatrier, visto di Parigi si tratta e l'anglofonia qua non è graditissima, a stento tollerata. A noi, che più giovani abbiamo iniziato il cammino dentro a questo mondo fantastico, resterà indelebile il ricordo di questo Slam, di questo Roland Garros 2010

Continua


E il tennis non fu lo stesso: Venus & Serena Williams

“Ben presto le mie figlie Venus e Serena saranno le prime due giocatrici del mondo. I più grandi tornei, Wimbledon e lo Us Open, se lo giocheranno loro. Ogni anno”. Nei primi anni ’90 le parole di quest’omone burbero, tale Richard Williams, apparivano quelle di un pazzo, o di un ottimo venditore di fumo. Eppure lui ci credeva, eccome.

Continua



comunicazione

Tennis & Social Network: Agorà del 2000

Immaginate un giovane donna. Bionda, fascinosa, con uno stuolo di ammiratori da far spavento... Immaginate di esser in contatto con lei, e di vivere la sua vita leggendo in tempo reale i suoi pensieri e movimenti. Non è un sogno proibito, questi sono i messaggi (reali) che la nostra musa lascia quotidianamente su Twitter, scandendo il ritmo della sua giornata: “Sono appena tornata dalla colazione, mamma mia che sonno....uaaaahh!? Devo svegliarmi in fretta, c'è la palestra / Eccomi in palestra, la doccia mi ha svegliato. Tra un po' ritorno e vi racconto / In taxi verso l'allenamento, ci ha fermato la polizia perché la macchina aveva troppe pubblicità, abbiamo fatto tardi! / Mi sono allenata con Stefan Edberg, spettacolo! Colpisce la palla così bene!

Continua





cover tennis sul divano=

Tennis sul divano, il primo libro di Marco Mazzoni

Il 3 febbrario allo Sporting club di Torino (Circolo della Stampa) verrà presentato Tennis sul divano, dopo il successo della serata dell'11 dicembre scorso,  a Milano, presso il TC Ambrosiano, dove fu presentato in anteprima il mio primo libro, Tennis sul divano. Un libro scritto a quattro mani, insieme alla psicanalista Marcella Marcone, che ho conosciuto grazie a 0-15 Tennis Magazine. Un libro che parla di storie dei campioni del tennis e di spunti psicanalitici tratti dalle loro storie e carriere, attraverso cui capire meglio non solo il tennis, ma anche noi stessi. Prefazione di Gianni Clerici, e introduzione di Emanuela Audisio. 

Tutti coloro che vivono a Torino, o che vogliono intervenire, sono invitati alla seconda presentazione, dove sarà disponibile la seconda edizione di Tennis sul divano.

Tennis sul divano aiuta la Fedelux: il ricavato della vendita sarà donato attraverso la Fedelux alla ricerca contro la leucemia. 


Tennis sul divano è acquistabile online su Web95 (clicca per ordinare, accesso diretto - pagamento con carta di credito, bonifico bancario o pagamento su c/c postale); oppure si può ordinare sul portale "il mio libro" clicca per accesso diretto); oppure contattando direttamente Marco per email. Il libro è anche disponibile presso la Libreria dello sport di Milano e Torino (o presso il loro shop online). 

Maggiori informazioni sul sito www.tennissuldivano.com

Continua









John McEnroe a Wimbledon 1984

John McEnroe, quando il tennis divenne arte

In un momento storico in cui (Federer e pochi altri a parte) il tennis è sempre più dominato da fisico, potenza e rotazioni; in cui la tendenza a standardizzare il gioco è ormai la regola, quanto mi manca la classe e l'imprevedibilità di John McEnroe. Con lui in campo, mai il tennis s'avvicinò tanto all'arte

Continua







Rod Laver

Dunlop, dai pneumatici al tennis e lo sport

Forse in pochi sanno che lo storico marchio Dunlop ha una storia industriale molto antica, e che il suo fondatore John Boyd Dunlop (l'inventore del pneumatico) era un veterinario...

Continua












Museo Ellesse

Ellesse: Storia di un mito del Made in Italy

Il 16 settembre 2008 è stato presentato il libro sui 50 anni della Ellesse, storica azienda perugina che ha creato moda e tendenza nello sci, tennis e sportwear. Il racconto dell'avventura di Leonardo Servadio, imprenditore di successo

Continua









McEnroe

Erba e Serve & Volley: la fine di un amore?

Dopo la lunga stagione su terra molti appassionati aspettano l'arrivo del tennis su erba, sperando di gustarsi un tennis ricco di tocchi e volee. In questi ultimi anni paiono scomparsi gli specialisti, ed anche i giocatori di talento scendono sempre meno verso la rete. I motivi di questo cambio epocale, sperando che sia solo una parentesi tecnica e storica.

Continua





Polimero al computer

Polimeri nell'Abbigliamento Sportivo, il futuro è alle porte

La Scienza sta studiando applicazioni innovative nell'uso di Polimeri intelligenti applicati nel campo dell'abbigliamento sportivo Non è fantascienza: tra qualche anno i nostri completini da tennis potrebbero aiutarci a giocare meglio.. Importanti applicazioni nel campo medico/diagnostico.

Continua





Edberg al Queen's

La Volee di Stefan Edberg, bellezza ed eleganza

La Volee di rovescio di Stefan Edberg è stata decisiva nel farmi innamorare di questo splendido sport. Un gesto di una bellezza ed armonia ammaliante, oltre che di una efficacia incredibile. Un racconto di questo colpo del campione svedese, che con il suo tennis d'attacco manca a tutti gli appassionati.

Continua





Korda

Grand Slam Cup

Arriva l'autunno, giornate cupe e grigie, più corte. Finisce la stagione del tennis all'aperto e s'inizia a giocare nei palazzetti, soprattutto in Europa ma anche in Asia. Un torneo indoor che non si disputa più da alcune stagioni ma che merita di esser ricordato è la Coppa del Grande Slam. Nacque dai giochi di potere della IFT guidata dall'allora presidentissimo Phileppe Chatrier contro l'ATP.

Continua





Gli Studi di Langerveld

Biomeccanica e Tennis

Il tennis è uno sport che si basa sulla coordinazione, sulla fluidità dei movimenti del corpo e su di un complesso di forze che spesso agiscono in modo contrastante. Giocare a tennis in modo inefficiente può portare a risultati scadenti nella migliore delle ipotesi; a gravi problemi fisici nella peggiore.

Continua


A Montecarlo 2012